“La sanità ligure incassa una nuova pesante bocciatura e conferma ciò che abbiamo sempre temuto e paventato sulla concentrazione di potere eccessivo di Alisa e del suo manager